Laghi del Gorzente, dai piani di Praglia

Ritratto di locontim
locontim
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
5/07/2020
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
690 m
Quota di arrivo: 
890 m
Dislivello: 
300 m
Tempo di salita o complessivo*: 
4h00'

Introduzione

I laghi del Gorzente sono conosciuti, escursionisticamente parlando, per il loro sentiero Naturalistico molto caratteristico e in rete ci sono molte relazioni a tal proposito. E' pure possibile un approccio più semplice con difficoltà veramente minime e in questa sede ci si sofferma proprio su questa possibilità.

Descrizione

Dopo aver lasciato il veicolo, si risale per qualche metro fino a trovare una deviazione sulla destra con l'indicazione per "i martiri di passo Mezzano". Il percorso si sviluppa su un ampia pista, in parte cementata, in parte sterrata e può essere infastidito dal passaggio di qualche auto. Si sale un po' ripidamente incrociando il sentiero Naturalistico dal Giogo di Paravanico. Si prende ancora un po' di quota sfiorando gli 820 m. Dopo 45', si trova una sbarra che impedisce l'ulteriore accesso alle auto e poi incomincia una ripida discesa fino a costeggiare il lago Lungo. Sulla sinistra spicca poi la diga (non superabile a piedi) e si continua fino a oltrepassare la "casa dei Guardiani". Più avanti c'è un bivio con un ponte che permette di superare il lago Bruno (è il ritorno), ma si va dritti fino ad una seconda casa con alcune panchine e una fonte 40'. Sulla destra la strada continua fiancheggiando le varie anse dello specchio d'acqua. Dalla diga si può attraversare e con un altro ponte molto caratteristico ci si immette su un sentiero da cui si nota l'argine dell'ex lago Badana. Si contorna fino a ritrovare la carrareccia che rapidamente (anche con una breve e buia galleria) porta al ponte visto in precedenza. Dopo averlo attraversato, si può sostare per la pausa nella zona della casa con le panchine bordo lago (1h15). 
Terminata la sosta, si ricalca la via del mattino con un paio di ripidi strappi fino alla discesa finale all'auto (1h20).
 
In definitiva: diff. T, disl. 300 m quasi tutti su sterrata quindi molto molto semplici, circa 4h totale, 12 km, a tratti molto caldo. 
Periodo migliore: dalla primavera all’autunno, evitando le giornate più torride.

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.

 
oltre al solito pdf con un po' di altre info: 
http://www.cralgalliera.altervista.org/LaghiGorzente020.pdf
 

Informazioni generali

Via: dai piani di Praglia
Segnavia: Fie e Cai, con tratti senza simboli
Tipologia percorso: circolare
Periodo consigliato: aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre
Esposizione al sole: sud
Pericolo Oggettivo: nessuno
Tratti esposti: nessuno
Attrezzatura utile: normale attrezzatura per escursionismo giornaliero
Acqua: n.r.

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Dal casello di Bolzaneto, si risale fino a Pontedecimo, dove si devia per Campomorone. Superato questo abitato, ci si dirige verso Praglia e, dopo il cartello della Provinciale del km 9 superata una curva a gomito, si trovano diversi posti sulla sinistra della carreggiata a 690 m.

Galleria fotografica

Laghi del Gorzente: ci siamo stati!

Laghi del Gorzente: relazioni itinerari

  • Laghi del Gorzente, dai piani di Praglia

    5/07/2020
    Ritratto di locontim
    locontim

Città Metropolitana di Genova: per saperne di più...

Pagine